Consigli per un Golden Retriever cucciolo | My Dog Inn

Un Nuovo Golden Retriever Cucciolo

Loading
loading...
Un Nuoco Cucciolo

Un Nuovo Cucciolo

Golden Retriever cucciolo: finalmente è arrivato a casa!

Ci avete pensato, nel avete parlato tra di voi, avete deciso, lo avete proprio voluto e lo avete scelto.

Finalmente dopo tanta attesa il nostro cucciolo di Golden Retriever sta per arrivare a casa. Ma come preparaci al meglio per il suo arrivo? Prima regola, evitare il caos! Ricordo di una volta in cui una signora è arrivata da noi per fare una seconda visita al cucciolo scelto e si è portata dietro tutta la famiglia, 10 persone!!!  Inutile dire che sono rimasti fuori in 8. Ricordatevi sempre che i cuccioli hanno solo poche settimane di vita, si sono appena affacciati al mondo e l’ultima cosa di cui hanno bisogno è un agglomerato di persone che emettono vocine smielate e lo paccioccano senza tregua. No, no, proprio non si può fare così. Quindi evitate di riunire tutto il parentado e il vicinato per il suo arrivo. Lo avete appena tolto da quello che era fino a un attimo prima il suo ambiente naturale, lo avete separato dai fratellini, dalla sua mamma , e da quelli che fino a quel momento lui pensava fossero i suoi umani per sempre, è spaesato. Avrà quindi bisogno di calma e di pace, di un posticino tranquillo dove potersi rendere conto di ciò che sta accadendo, di tempo per ambientarsi. Il consiglio spasmodico è quello di togliere dalla sua portata tutto quello che può essere scambiato per un bagno (tappeti, tapettini, abbigliamento) e tutto ciò che può essere masticato come scarpe, calzini, mutande, telecomandi ecc… (i cuccioli di Golden Retriever poi non sono per niente schizzinosi). Fate attenzione che non ci siano pericoli, cosine piccole da ingoiare o peggio ancora tossiche. Se avete una casa grande e gli permettete di viverci, della serie “il mio cane ha un giardino ma vive anche in casa” non permettetegli di girovagare sin da subito in tutte le stanze, lasciate che le scopra un po’ per volta, punto primo perché in questo modo, un ambiente per volta, si sentirà più sicuro, punto secondo in modo che impari che la gestione degli spazi è cosa vostra. Prima di entrare in casa fategli fare un giro dell’isolato e se sporca premiatelo. Le prime sere, prima di metterlo a nanna,  lasciategli un giocattolo o un pupazzetto che possa fargli compagnia e lo faccia sentire meno solo. Gli scenari possibili della sua prima notte da voi sono due: dormirà tranquillo e sereno distrutto da quella che è stata fino ad allora la giornata più faticosa della sua vita, oppure piagnucolerà per ore se non per tutta la notte.  A proposito del secondo punto ecco gli errori da non commettere: correre dal cucciolo appena si mette a piangere (imparerà ad associare il pianto al vostro arrivo e quindi alle coccole), aspettiamo un pochino di tempo per vedere se la smette da solo e per un po’ non intendiamo 10 minuti, ma almeno un paio d’ore. Se proprio non si calma e abitate in un condominio per cui è facile che il giorno dopo i vicini vi crocefiggano allora in un momento in cui il cucciolo è in silenzio e non sta piangendo andate a prenderlo e mettetelo a dormire in camera con voi (non sul letto ma nella sua cuccetta), così che non si senta solo.  Nei giorni a venire, quando avrà preso un po’ più di confidenza con voi e il nuovo ambiente che lo circonda, potrete iniziare a spostare gradualmente la sua cuccia nella posizione da voi scelta per la nanna. Nei primi mesi di vita avrà bisogno di uscire di frequente per sporcare perché a quell’età non riescono a trattenere i loro bisogni a lungo quindi portateli fuori spesso e ogni volta che sporcano fuori premiatelo. Se invece gli è scappata in casa sgridatelo con un “No!” convinto solo se lo beccate sul fatto altrimenti ahimè non servirà a nulla sgridarlo dopo. Portate il cucciolo in un altra stanza e non fatevi vedere pulire (potrebbe diventare una richiesta di attenzioni altrimenti), dopodiché proseguite la vostra vita come se non fosse successo nulla. Fino a che non avrà terminato il ciclo delle vaccinazioni portatelo fuori ma evitate i luoghi ad alta densità canina (parchi, aree specifiche dedicate ai cani, ecc…), altrimenti correte il rischio di esporlo a malattie a cui potrebbe non sopravvivere.

Per quanto riguarda invece la gestione del cibo Attenzione! I Golden Retriever Cuccioli sono degli attori da premio Oscar! Hanno un repertorio di occhi languidi e faccine tristi da far impietosire anche il peggiore dei criminali, non cedete, non fatevi incantare, sono Golden, loro hanno sempre fame! Quindi limitatevi ai tre pasti giornalieri da portare a due dopo i setto otto mesi .

Queste sono le linee guida di base, godetevi il vostro Golden Retriever cucciolo e buona vita!


 

Link Utili

Precauzioni per un nuovo Cucciolo

la Prima notte con un Cucciolo

Come Accogliere un nuovo Cucciolo

Introduzione di un nuovo Cane in una Famiglia

Layout mode
Predefined Skins
Custom Colors
Choose your skin color
Patterns Background
Images Background